Ristrutturare casa

Ristrutturare casa: i passi da seguire e cosa tenere in considerazione

Ristrutturare casa è una decisione importante, che richiede tempo, organizzazione e soprattutto diversi aspetti da tenere in considerazione per l’esecuzione di un lavoro il più possibile fedele alle nostre aspettative e desideri, sempre inteso che esse rientrino nelle possibilità dettate dalle norme in materia edilizia. Se vuoi rinnovare la disposizione degli ambienti dell'appartamento che hai acquistato oppure stai elaborando un progetto per quello in cui già vivi, devi sapere prima di tutto che la tecnologia, in costante progresso e miglioramento, ci offre tantissimi vantaggi per migliorare la qualità della nostra casa e di conseguenza quella della nostra vita. Non solo: ristrutturare la propria abitazione è un investimento sicuro perché ne aumenta il valore di mercato. E con le agevolazioni promosse dagli attuali bonus fiscali, la ristrutturazione diventa ancora più semplice! Vediamo nel dettaglio come.

Lavori ristrutturazione casa

Ogni ristrutturazione è un'opera edile, e come tale implica un iter burocratico da rispettare: innanzitutto le normative edilizie e urbanistiche del proprio Comune di residenza. La pratica, redatta da un professionista del settore, deve essere presentata negli uffici comunali completa di tutti i dettagli sulla tipologia di lavoro da eseguire. Le ristrutturazioni, così come lavori di manutenzione ordinaria come il rifacimento dei tetti, o straordinaria come la sistemazione di facciate, rientrano tra le attività che richiedono la compilazione di una pratica edilizia. Le opere edili sono tutte classificate all'interno del Decreto del Presidente della Repubblica n° 380 del 6.6.2001, anche detto Testo Unico dell’Edilizia.

La durata dei lavori di ristrutturazione è altamente variabile e dipende dalla grandezza degli ambienti e dalla tipologia e mole degli interventi. Quello che è fondamentale sapere per il proprietario della casa è di affidarsi sempre a professionisti qualificati, per garantire la sicurezza propria, dei lavoratori in cantiere e un risultato finale all'altezza delle proprie aspettative. Per questo, il committente ha diritto di richiedere tutta la documentazione a dimostrazione dell'idoneità dell'impresa cui si impegnerà ad affidare i lavori di ristrutturazione della propria abitazione. Di conseguenza anche i costi possono differire notevolmente; richiedere un preventivo gratuito all'impresa scelta per i lavori è sempre un diritto del committente, che potrà valutare più soluzioni e soprattutto capire, a seconda del proprio budget e della conformità alle norme edilizie, l'effettiva realizzabilità delle sue idee.

Idee per ristrutturare casa

Le scelte sulla tipologia di ristrutturazione sono svariate e dipendono principalmente dalle necessità del singolo e dalle condizioni del momento dell'immobile; a seconda che questo sia un edificio d'epoca, un appartamento, una villa o una casa vecchia, le idee per ristrutturare sono infinite!

Ristrutturare case vecchie

Quando parliamo di restauro di edifici vecchi come case d'epoca o addirittura di un rustico abbandonato, stiamo parlando di recuperi edilizi importanti. Devi essere sicuro della destinazione d'uso di quello che ora è un edificio in disuso o in rovina: in cosa vuoi trasformarlo? Diventerà un bed & breakfast, la tua seconda casa o la tua nuova abitazione principale?

Un altro fattore da considerare è sicuramente conoscere la storia passata della casa vecchia da ristrutturare: occorre informarsi e ricercare la documentazione che attesti come era stato usato l'immobile nel passato e se, nel corso del tempo, sono state attuate modifiche a livello di spazi e ambienti e perché. Raccogliere queste informazioni è un processo preliminare fondamentale per poter poi passare alla realizzazione del progetto vero e proprio. Inoltre, le case antiche non sono spesso predisposte per gli impianti elettrici e idrici moderni: è necessario l'intervento di specialisti del settore per elaborare un'impiantistica funzionale e, soprattutto, a norma.

Un vantaggio che hanno questo tipo di abitazioni è sicuramente la possibilità di giocare con gli elementi antichi già presenti. Qualche idea:

  • Se sono presenti delle vecchie persiane in legno si possono recuperare;
  • Soffitti in legno, pareti affrescate o muri a vista, adeguatamente restaurati, regalano un'allure sofisticata e antica agli ambienti;
  • Un camino antico, anche utilizzato come semplice arredo, è un elemento dal forte impatto scenografico.

Una soluzione attuale e di tendenza è poi quella di accostare queste strutture d'epoca ad arredi dal gusto contemporaneo, magari in stile industrial, creando contrasti armoniosi e raffinati.

Ristrutturare una casa moderna

Se la casa che intendiamo ristrutturare è già di recente costruzione, oppure risale a qualche decennio fa ma vogliamo trasformarla in chiave più moderna e contemporanea, sono tantissime le tendenze attuali:

  • Un impianto domotico per controllare da remoto serramenti, illuminazione ed elettrodomestici;
  • Nicchie in cartongesso, personalizzabili e comode per contenere ed esporre;
  • Controsoffitti, perfetti ad esempio per nascondere l'impianto di climatizzazione;
  • Impianti a vista, che regalano un tocco vintage e industrial agli ambienti;
  • Superfici in resina, resistenti e impermeabili;
  • Porte filomuro o scorrevoli, dal design minimal ed elegante e che ampliano l'ambiente;
  • Organizzazione degli spazi in ottica open space;
  • Pareti in vetro per dare destinazioni diverse a due sezioni di una stessa stanza senza separarli interamente.

Ristrutturare una villa

La ristrutturazione di una casa indipendente può essere un'opera più o meno complessa; dipende anche dall'età dell'immobile e di conseguenza dall'eventuale necessità, ad esempio, di adeguamento a norma degli impianti. In generale comunque è sempre necessario prendere in considerazione:

  • La salubrità strutturale dell’immobile;
  • La qualità energetica;
  • La presenza e l’efficienza degli impianti termici, elettrici e idraulici;
  • Lo stato di conservazione e la scelta dei materiali adeguati per le pareti e le superfici.

Il tutto in un'ottica di efficienza energetica e di rispetto delle norme edilizie, ma anche di estetica. Ecco perché è necessario affidarsi a professionisti che si prenderanno carico di un lavoro così importante, gestendo al meglio l’intero processo dall’iter burocratico necessario per l’ottenimento delle necessarie autorizzazione e quindi la realizzazione del progetto di ristrutturazione.

Le case indipendenti hanno il vantaggio di possedere spesso uno spazio esterno privato come un cortile o un giardino: tra le tante opere realizzabili, in questo caso uno degli interventi più interessanti e piacevoli può essere sicuramente quello della costruzione di una piscina naturale, perfetta tutto l'anno perché utilizzabile sia d'estate per la balneazione sia come arredo d'effetto nella stagione fredda, proprio come un laghetto di montagna.

Ristrutturare un appartamento in condominio

La ristrutturazione di un appartamento in condominio comporta una serie di ulteriori impegni e responsabilità per il proprietario di casa che differiscono da altri tipi di immobili. Come previsto dal Codice Civile, infatti, il proprietario è tenuto ad avvisare l'amministratore prima dell'avvio di qualsiasi lavoro di rifacimento edilizio. Bisogna infatti considerare il regolamento del condominio e verificare che i lavori che si intendono realizzare siano conformi e non arrechino danni all'estetica del palazzo e alle sue parti comuni.

Una volta approvato il progetto e superati tutti gli step burocratici per il suo avvio, è obbligatorio esporre fuori dalla porta di casa un cartello riportante il numero di protocollo della pratica edilizia e tutti i dati dei soggetti coinvolti nei lavori. E, dato che un briciolo di premura non guasta mai, è possibile anche affiggere un avviso all'ingresso del condominio per informare tutti gli inquilini dei lavori in corso e scusarsi in caso di eventuali disagi arrecati.

Un appartamento può avere dimensioni più limitate rispetto a una casa indipendente, per questo giocare con gli spazi si rivela fondamentale. Si può ad esempio ridimensionare un ingresso e ampliare la camera da letto, ritagliando lo spazio per una cabina armadio comoda ed esclusiva oppure, con gli opportuni interventi a livello impiantistico, per un piccolo bagno privato.

Idee per ristrutturare casa: foto

Hai bisogno di qualche idea per ristrutturare il tuo appartamento, la tua villa d'epoca o la tua casa indipendente? Dai un'occhiata a queste foto!

Detrazioni fiscali per le case da ristrutturare

Il "bonus ristrutturazioni", vale a dire la detrazione fiscale al 50% per i contribuenti che effettuino opere di ristrutturazione edilizia, è prorogata fino al 31 dicembre 2021. I pagamenti devono essere effettuati con bonifico e le agevolazioni sempre riportate nella dichiarazione dei redditi; è possibile godere del rimborso Irpef, in 10 anni, fino a una spesa massima di 96.000 euro. Non tutti gli interventi di restauro e ristrutturazione possono beneficiare delle detrazioni; le manutenzioni ordinarie non sono di norma previste, a meno che non riguardino le parti comuni di un condominio, mentre rientrano gli interventi di manutenzione straordinaria, come la sostituzione degli infissi, o ancora l'adozione di misure antisismiche.

Non sei sicuro di rientrare nei requisiti del bonus? Ti invitiamo a consultare la pagina dedicata dell'Agenzia delle Entrate

Se poi la ristrutturazione che intendi intraprendere nella tua casa riguarda ad esempio l'installazione di impianti fotovoltaici, devi sapere che anche che l'Ecobonus e il Superbonus 110% sono prorogati fino a fine 2021.

Consigli su come ristrutturare casa

Come abbiamo visto, a seconda della tipologia di casa le idee e le tipologie di ristrutturazione e di interventi possono variare notevolmente; ti lasciamo qualche consiglio che accomuna tutte le tipologie di immobili e che sono quindi da tenere sempre a mente ogni volta che si desideri avviare un progetto di ristrutturazione:

  • Perizia tecnica dello stato dei luoghi prima dell'avvio dei lavori;
  • Demolizione e riorganizzazione degli spazi interni della casa (occhio ai muri portanti: affidati sempre a un professionista!);
  • Considerare la disposizione degli impianti termici e di climatizzazione: i riscaldamenti a pavimento o a muro richiedono considerazioni specifiche, così come l'impianto di climatizzazione aereo;
  • La scelta dei materiali per il pavimento: lo spessore delle pavimentazioni speciali come resina, marmo o cementine è diversa dalla comune piastrella ed è necessario avvisare prima gli addetti ai lavori;
  • Predisporre lo spazio dedicato alla cucina con una rete di impianti funzionali al tipo di arredo desiderato, ad esempio una cucina con penisola o isola;
  • La scelta dell'illuminazione: se ad esempio vogliamo il controsoffitto con i faretti serve uno schema ben definito;
  • Organizzare gli scarichi e gli impianti in bagno qualora si desiderino sanitari sospesi e scarichi a parete;
  • Conoscere le pareti e scegliere le finiture di conseguenza: una parte in pietra non può essere colorata e una parete decorata con pitture può essere restaurata con risultati sorprendenti.

Ricordati sempre che, in ogni caso, è tuo dovere affidarti a una squadra di professionisti del settore per assicurarti un lavoro di ristrutturazione della tua casa non solo piacevole e fedele ai tuoi desideri, ma anche e soprattutto sicuro, a norma e sempre migliorativo.

… E ora, al lavoro!

Ristrutturare casa:
I nostri approfondimenti

Ristrutturazione villa
13
GEN

Ristrutturazione villa quanto costa e cosa valutare prima di avviare i lavori

Ristrutturare casa è sempre impegnativo ma alcune abitazioni richiedono più impegno di altre! Tra queste certamente la ristrutturazione di una villa, normalmente di estese dimensioni e accompagnata da un altrettanto ampio spazio all'aperto, come un parco o un giardino, richiede ...

RICHIEDI PREVENTIVO